Divenire una persona su cui contare quando succede qualcosa.

(Ad un seminario per la fondazione di un Branch – datazione non fornita)

8Tutti voi che siete qui oggi siete i protagonisti fondamentali del futuro, coloro che stanno lavorando per diventare “Branch Masters”.  Quando progredite oltre il semplice apprendimento delle tecniche di Shorinji Kempo, allora siete nella condizione di poter aiutare nell’insegnamento e sperimentate il vero fascino dello Shorinji Kempo. Credo che questo sia il momento in cui siete più presi dal fuoco dell’entusiasmo, quello del “Dai, facciamo!”.  Mi piacerebbe che voi, che siete a questo punto, capiste una cosa. Quando diventate voi l’insegnante e la gente vi chiama “Sensei, Sensei”, può crescere in voi la convinzione di essere diventati grandi personaggi: e così, in qualche modo, il vostro progredire ed il vostro svilupparvi si bloccano, muoiono lì!

Immaginate che tra i vostri allievi se ne presenti uno particolarmente serio, che progredisce e ha desiderio di fare di più ... intanto il “Sensei” vola a mezz’aria. Quando i giovani progrediscono, mentre voi siete fermi al palo, può nascere l’invidia e certa gente che si sente minacciata può interferire con i progressi dei vostri allievi.

Recentemente c’è stato un “Branch Master” che ha ostacolato un suo allievo, che desiderava andare all’Hombu. Ma tra costoro, ci sono anche “Branch Masters” come un comandante delle Forze di Autodifesa e un dirigente di una grande compagnia, che hanno telefonato all’Hombu chiedendo un permesso speciale per i loro allievi, per frequentare i seminari per istruttori, nonostante sapessero che agli shodan non è permesso. Ciò è ammirevole e io voglio esprimere tutto il mio rispetto per loro. Voler rendere i vostri figli più preparati di voi è il vero spirito paterno.

Ci sono alcuni che hanno dei Branch che hanno avuto uno straordinario successo, altri che sono stati costretti ad andarsene dai loro stessi allievi, in altri casi dei Branch sono finiti in niente. Nonostante tutti abbiano sentito le stesse cose e fatto lo stesso Shorinji Kempo, quando è diverso il modo di recepire e rapportarsi quotidianamente a tutto ciò, i risultati possono essere enormemente diversi.9

Alcuni si lamentano dicendo “Mi impegno al massimo, in buona fede, ma non ho trovato buoni allievi e quelli che ho non progrediscono”.

Alcuni criticano solo gli altri, non importa perché. “E’ il mondo che va male, non io”.

Ma la gente si allontana da voi quando vi lamentate sempre e soltanto. La fiducia richiesta perché altri siano capaci di affidarsi a voi, di credere in voi, non è qualcosa che potete guadagnarvi in un giorno. Semplicemente non fare del male non vi porterà legami di fiducia. Divenire una persona su cui contare quando succede qualcosa, di cui ci si può fidare: questo è il tipo di relazione interpersonale che voglio creare con lo Shorinji Kempo e voi che siete ora in questa posizione potete realizzare questo tipo di relazione.

Questo è il vero valore dello Shorinji Kempo e fin dal suo inizio lo Shorinji Kempo non intende produrre atleti.

Ancora una volta, per favore, ritornate all’origine: che cosa cerca di fare lo Shorinji Kempo e perché?

 

 

Torna all'indice