Concetti base per l’insegnamento ai bambini

(1978. Da un discorso ad un seminario sull’educazione della gioventù)

Uno dei maggiori punti d’orgoglio dello Shorinji Kempo è il nostro successo nell’educazione dei giovani. Chiaramente è una buona cosa quando qualche persona importante si unisce a noi. Ma prima di arrivare a questo, noi abbiamo i nostri giovani. E’ essenziale capire che questo è il punto di partenza dal quale è nato lo Shorinji Kempo di oggi.kaiso doshin so 28

Come concetti base per l’insegnamento ai giovani, la prima cosa che vi voglio dire è questa: dimenticatevi del vostro “background”; dimenticatevi dell’università in cui vi siete laureati. Riportatevi indietro a come eravate un tempo, senza esperienza. Il vostro approccio all’istruzione dei gruppi giovanili dipenderà da quanto sarete consapevoli di come eravate voi quando eravate Terzo Kyu o quando eravate bambini.

Non ritenetevi persone importanti, ma andate indietro a quando eravate bambini ed unitevi a loro nella pratica. Il mio successo si basa interamente nell’aver fatto ciò.

Al livello più basso, gli studenti si divertiranno a ripetere sempre le stesse cose giocando insieme a voi, poi a un certo punto si accorgeranno di aver raggiunto un livello più alto ... Se solo vi sbarazzate del pensiero di essere un’importante persona adulta, o che di essere il maestro, credo che possiate ottenere ciò.

E’ una cosa semplice, che è anche difficile, ma voglio che tutti voi vi ci impegnate e applicate.

Tra i nostri dirigenti, cominciamo a vedere persone che hanno dimenticato il punto di partenza dello Shorinji Kempo e che hanno iniziato a ritenere lo Shorinji Kempo il loro mestiere.

Quando la gente vede la cosa da questo punto di vista, non si tratta più di educare i giovani o cose simili. Questo è un errore fondamentale. Specialmente, come per tutti voi, quando insegnate a dei bambini. Loro sono puri: guardano a quel che fa il loro maestro.

Non vi chiedo di andare contro i vostri interessi, ma se almeno riuscite a pensare di fare tutto ciò per hobby, ve ne sarei grato. Gli hobby costano soldi e possono creare un sacco di problemi. Ma rappresentano un divertimento. La questione è se volete fare ciò in questi termini.

Dato che i loro corpi sono piccoli, chiaramente ci sono cose che non possono fare – è giusto che non possano. Però possono capire gli insegnamenti. Quando cresceranno, saranno loro utili.

Che capiscano o no, spiegate loro a parole e fate loro apprendere attraverso il corpo. Se ripetete una cosa ogni giorno, questa penetrerà fino a loro. Lo so per esperienza.

Quando credete di non poter fare granché con loro, perché sono bambini, o di essere migliori voi, perché siete adulti, voi li umiliate in quanto bambini. Penso che questo sia un grande errore.

I bambini capiscono nel loro modo e forse prendono le cose in modo più puro.

Tentare di far capire a un bambino qualcosa senza nemmeno provare a capire lui è il modo di fare sbagliato. Il problema sta dalla parte dell’adulto, che non tenta di capire i bambini.

 

 

Torna all'indice