.: F.I.S.K. - Federazione Italiana Shorinji Kempo :.

Domenica 20 Dicembre 2015 presso il Palarussello di Messina, si sono svolti i “Giochi della Gioventù 2015”,foto competizione di Shorinji Kempo dedicata a tutti i kenshi (atleti) under 17.

Questa manifestazione scaturisce e da il completamento ad un percorso svolto dagli atleti già dal primo evento, verificatosi il 25 ottobre presso il palazzetto cupola geodetica di Villafranca Tirrena (ME) con l’inaugurazione  dell’ anno accademico 2015/2016 .

Con buona  affluenza di pubblico ed oltre 120 atleti questo evento si è dimostrato ricco di elementi di base (Kihon)  ed interessante nello studio di hokei (tecniche di autodifesa) dapprima insieme e poi con divisione per grado.

Inoltre durante la manifestazione gli atleti che hanno partecipato al recente Taikai europeo disputatosi in Portogallo ( 7th European  Shorinji Kempo ChampionshipLisbona 2-4 ottobre 2015), si sono esibiti nelle forme di kumi embu ( espressione agonistica consistente nel creare sequenze tecniche aventi valenza reale in cui si fondono tecnica, accuratezza, velocità, precisione e potenza) suscitando l’interesse del pubblico presente.

Il seminario si è concluso con un approfondimento di Sensei Riccardo Marchetti sul significato della disciplina dello Shorinji Kempo inteso come “Gyo” : non solo sport, ma Budo( via marziale) finalizzata alla realizzazione di una società nella quale persone forti assistono persone deboli ed indifese e tutti possono vivere insieme in amicizia, rispetto e aiuto reciproco.

 

A seguire Domenica 29 Novembresi è tenuto il 2 Gasshuku , a cui hanno preso parte anche istruttori Federali provenienti da altre regioni.

Sotto la conduzione degli istruttori federali Sensei Maurizio Carugati (branch master del comitato nord Italia, 6 dan, presidente FISK) , sensei Riccardo Marchetti (branch master del comitato sud Italia, 6 dan vicepresidente FISK) e Sensei Rosario Previti (branch master del comitato centro Italia, 6 dan, segretario generale FISK), coadiuvati dagli istruttori del Comitato Sud Italia, il Gasshuku è stato stavolta incentrato sulla pratica del “randori” (combattimento libero). 

Il Randori è un metodo di allenamento per apprendere come applicare efficacemente le tecniche (hokei). Nel randori occorre sempre porre una rigorosa attenzione alle misure di sicurezza, pertanto l’estrema efficacia delle tecniche impone l’uso di adeguate protezioni (Faceguard, Body protector).

Grazie al randori i kenshi hanno fanno pratica di reazione ad un avversario, così da acquisire la giusta distanza (mahai) e passare in modo fluido da una tecnica all’altra, praticando pure il go-ju-ittai ovvero alternando il sistema duro (goho) con il sistema morbido (juho). E’ questo un valido metodo per verificare il proprio grado di conoscenza e capacità raggiunta con l’allenamento delle tecniche.

E’ bene sottolineare che nello Shorinji Kempo si pratica randori non per conseguire lo vittoria o sopraffare il proprio avversario ma con il fine ultimo di superare e quindi migliorare se stessi (jiko kakuritsu), solo così possiamo sperare di migliorare gli altri (jita kyoraku).

Durante la manifestazione Sensei Rosario Previti ha inoltre tenuto un’interessante  conferenza su alcuni aspetti filosofici propri di quest’arte.

 

Finalmente, il  20 Dicembre 2015  dopo la registrazione dei partecipanti, la foto di gruppo e il Gassho Rei (saluto) iniziale, più di 130 partecipanti divisi i due tatami si sono alternati nelle varie fasi della gara di Embu sotto l’attenta osservazione delle due giurie capitanate da Sensei Riccardo Marchetti e da Sensei Antonello Bertuccelli 5° Dan Direttore Federale Sud Italia.

A conclusione della competizione, in attesa dei risultati si sono esibiti i rappresentanti dei vari Branch e il Team del Comitato , subito dopo si è svolta la premiazione.

Gli applausi del caloroso pubblico presente hanno sottolineato tutti i vari momenti della manifestazione.

130 kenshi , 9 categorie , 2 tatami, 10 giudici, 46 kumi embu sono i principali numeri di questa manifestazione riservata agli under 17 di Shorinji Kempo che di fatto conclude l’attività del 2015 e si proietta verso un nuovo anno ricco di eventi che avrà il suo culmine con il Gasshuku Italia 2016 che si terrà proprio nella nostra città nel mese di Luglio.